La vercellese Giulia Bodo e il post contro il leghista Buonanno, presa di mira da Salvini

Auguro BUONANNO ai leghisti e un meraviglioso 2020 antifascista, antirazzista e arcobaleno a tutti gli altri” – lo ha scritto prima di Capodanno su Facebook Giulia Bodo,

esponente di Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia, pubblicando una foto di Gianluca Buonanno, l’europarlamentare leghista morto in un incidente stradale nel 2016, noto per le sue dure posizioni nei confronti della comunità LGBTQ e dei Rom.

E il primo gennaio poi, in seguito alle reazioni sui social, ha scritto ancora: “Vorrei levarmi dai contatti ancora qualche altr* perbenista che ritiene i morti degni di rispetto solo in quanto morti. Dal mio punto di vista chi è merda da vivo, da morto rimane tale: si chiama coerenza. Quindi vi prego: eliminatemi, ipocriti. Andate a fare la morale da un’altra parte. BUONANNO”

A questo punto è entrato in gioco Matteo Salvini che prende di mira la sardina vercellese (Giulia Bodo si riconosce nel movimento delle Sardine), dicendo di provare “solo SCHIFO”. Continua: “Poi vanno in piazza contro la Lega e contro Salvini “fascista, razzista, nazista che semina odio”… VERGOGNATEVI! Anche solo per pensare cose del genere bisogna davvero avere un’anima brutta, malvagia. Un pensiero all’indimenticata Gianluca Buonanno, un abbraccio alla sua mamma e alla sua famiglia.”

Intanto le Sardine si sono distanziati dall’atteggiamento di Giulia Bodo, precisando che la presidente di ArciGay di Vercelli sarebbe intervenuta alla riunione delle Sardine soltanto in qualità di rappresentante e sottolineando il fatto che il suo comportamento non rifletta il modo di comunicare delle Sardine.



In questo articolo: