Durante una lite tra famiglie sparò dei colpi che raggiunsero il cognato e la moglie del vicino: condannato a 8 anni e mezzo

L’intricata vicenda avvenuta nel pomeriggio del 19 maggio scorso è arrivata a una conclusione: 8 anni e mezzo di carcere per tentato omicidio con rito abbreviato svolto al Tribunale di Cuneo. Durante una lite tra vicini di casa, nel cortile comune, l’idraulico 28enne di Dronero, Vincenzo Beltramo, sparò dei colpi con una pistola illegalmente posseduta. L’uomo ha sostenuto di aver sparato per calmare gli animi dei due contendenti, il vicino e suo cognato, poi rimasto gravemente ferito da un proiettile. I colpi partiti dal revolver hanno anche ferito a un braccio la moglie del vicino, che costituita parte civile verrà risarcita da Beltramo.



In questo articolo: