Violenze e vessazioni alla moglie, 40enne patteggia un anno e 8 mesi

Un’escalation di violenze e vessazioni. Ogni giorni trovata nuovi modi per umiliare la moglie: dalle flatulenze sul viso ai cibi bollenti rovesciati sul collo. Lui, un 45enne residente in un paesi in provincia di Biella, per 4 anni ha costretto  la moglie a vivere un incubo: spesso tornava ubriaco e impediva alla donna di mangiare. Non solo: il disprezzo per lei era talmente palese che non mancava di parlare al telefono con l’amante ad alta voce. Il tutto condito con botte e umiliazioni.

Una triste storia che per fortuna è terminata grazie all’intervento dei servizi sociali che, dopo aver constatato la situazione, hanno contattato i carabinieri.

Oggi l’uomo ha patteggiato un anno e otto mesi, con pena sospesa.

 



In questo articolo: