Torino, in Consiglio approvata variazione al piano finanziario 2020: in bilancio 828 milioni per la metro 2

Il Consiglio comunale di Torino ha approvato, questo pomeriggio, una delibera relativa  alla seconda variazione del Bilancio 2020 di Palazzo Civico, per fondi in entrata e, di conseguenza, di spesa, illustrata dall’assessore Sergio Rolando.

Il  provvedimento, che ha ottenuto 35 voti a favore, predisposto in tempi precedenti all’emergenza coronavirus, ma immediatamente aggiornato alla luce degli interventi del Governo per fronteggiare la situazione emergenziale, iscrive in Bilancio 400 mila euro, fondi previsti dal decreto del 17 marzo scorso (70 milioni per il territorio nazionale) che consentiva ai Comuni di procedere alla sanificazione di luoghi aperti al pubblico.Previste anche risorse per la manutenzione di alcuni edifici scolastici nonché per l’adeguamento dell’anagrafe di via Giulio e di Palazzo Civico alle norme antinfortunistiche e di prevenzione incendi.

La delibera,  a parte le spese destinate all’emergenza, iscrive a bilancio gli 828 milioni assegnati a Torino per avviare i lavori della metro 2. Cinquanta milioni sono previsti per il 2020, 80 per il 2021, 150 per il 2022, 200 per il 2023 e a seguire il resto del finanziamento, fino al 2032.

 



In questo articolo: