E’ morto a 79 anni il Lama Gangchen, il fondatore della Comunità di Albagnano di Bee

E’ morto a 79 anni all’ospedale di Verbania positivo al Coronavirus  il Lama Gangchen, il fondatore della Comunità di Albagnano di Bee. Il monaco buddista era nato in una famiglia di contadini di Dakshu, un villaggio in Tibet occidentale.

All’età di tre anni fu riconosciuto come la reincarnazione di Kacen Sapenla, celebre lama guaritore . Negli anni ’50 venne imprigionato dai cinesi e costretto ai lavori forzati. Nel 1963 riuscì a raggiungere l’India che già dava asilo al Dalai Lama e al governo Tibetano

Il Lama Gangchen,veva inaugurato il centro di meditazione buddista sulle alture di Verbania nel 1999. Ad Albagnano, aveva riunito una comunità di persone che condividono interesse per la spiritualità e per una vita in armonia con la natura realizzando un punto d’incontro per tutti coloro che aspirano a sviluppare al massimo il proprio potenziale umano e spirituale

Il Centro organizza incontri, corsi e seminari sulle tecniche di meditazione, sulla filosofia e sulla psicologia buddista, sulle antiche tradizioni mediche himalayane e sull’educazione non formale per una cultura di pace.



In questo articolo: