Portoncino Verde raccoglie 500 euro vendendo segnalibri e li consegna al Fondo Solidale Omegna c’è

Ambra Zanni, dell’Associazione Culturale senza fini di lucro Portoncino Verde, ha consegnato direttamente nelle mani dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Omegna, Sabrina Proserpio, un assegno di 500 euro a favore del Fondo Solidale “Omegna c’è”.

Una donazione ancora più ricca di significato, se si considera che è frutto dei proventi della vendita di segnalibri fatti a mano da Ambra su bastoncini di legno levigato personalizzati con un incisore laser a uso casalingo (regalatole dal marito Luca per il suo compleanno), caratterizzati da personaggi creati in gomma eva e decorati a mano.

«A inizio emergenza da Coronavirus – spiega Ambra Zanni – sono partita ispirandomi ai veri e propri eroi che, dal primo momento dell’insorgere della pandemia, hanno caratterizzato il nostro Paese, vale a dire i medici, il personale infermieristico e le forze dell’ordine. Poi hanno cominciato ad arrivarmi, anche da fuori zona, le richieste più disparate: dai calciatori alle suore, dagli alpini ai parà, dai pompieri alle insegnanti di scuola fin anche le cassiere del supermercato. Il risultato è che a oggi sono già in grado di ipotizzare nelle prossime settimane una donazione a favore dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco delegazione di Omegna, con i quali ho un debito di riconoscenza per il video realizzato da Luca Ballarati».

Se fino a poco prima dell’emergenza sanitaria in atto i progetti solidali venivano, infatti, finanziati dal Portoncino Verde grazie ai proventi derivanti dai laboratori creativi per bambini inaugurati il 24 maggio 2019 nella piccola sede di Via Manzoni 22, grazie alla generosa ospitalità di Luca Antonini, che al piano superiore ha creato la sede del Laboratorio Senza Glutine della Pasticceria Zanardi, da due mesi a questa parte ogni singolo euro donato proviene dal lavoro creativo di Ambra, che continua a procedere spedita nelle sue creazioni.

«Ora che viviamo in un tempo immobile e che non sappiamo ancora come sarà la nuova normalità con la quale dovremo imparare a convivere – ha concluso –, voglio continuare a utilizzare il mio tempo libero per aiutare gli altri. La donazione al Fondo Solidale “Omegna c’è” va proprio in questa direzione perché a casa, comprese le mie due bambine (Emma di 9 anni e Diana di 5), siamo tutti consapevoli della fortuna che abbiamo nel poter continuare a condurre la vita di prima mentre tante persone non sono nelle stesse condizioni».

«Ringrazio di cuore tutte le persone del Portoncino Verde e Ambra in particolare – è il commento dell’Assessore Sabrina Proserpio –. Con lei condivido in pieno il pensiero secondo il quale, con un unico gesto, le sue creazioni hanno una positiva ricaduta a catena su più persone: in primis su di lei, che nel realizzarle si sente soddisfatta, senza dimenticare i destinatari, perché spesso e volentieri si tratta di “commissioni” che fanno sentire amati coloro che ricevono un segnalibro con le proprie sembianze, e chi li dona, perché con un piccolo gesto fanno sentire la propria vicinanza a qualcuno che è lontano facendo, al contempo, beneficienza. Infine, la comunità, perché i progetti del Portoncino Verde diventano gesti concreti a favore dei più deboli che, anche grazie al Fondo “Omegna c’è”, questa Amministrazione si propone di aiutare».

Chi fosse interessato o anche solo curioso di vedere le piccole creazioni di Ambra, può collegarsi al profilo Facebokk tentativicreativi
Ambra si può anche contattare al numero di telefono: 333.5700207

Il Portoncino Verde è un’Associazione culturale senza fini di lucro fondata il 16 gennaio 2020 da Ambra Zanni, Luca Barducci, Luca Antonini, Stefania Crotta.