Flash mob dei parrucchieri e degli estetisti in piazza Castello. Magliano: totale solidarietà alla categoria

Si è svolta stamattina, martedì 5 maggio, in piazza Castello a Torino la protesta dei parrucchieri e degli estetisti nei confronti della chiusura forzata fino al primo giugno di tutta la categoria. Chiedono di poter ricominciare il 18 maggio come alcune altre attività, considerati gli incassi persi un questi due mesi di chiusura. Ce l’hanno anche con gli abusivi che, secondo loro, stanno continuando a lavorare a casa dei clienti in barba alle restrizioni per l’emergenza coronavirus.

Silvio Magliano, presidente del gruppo consiliare dei Moderati alla Regione Piemonte, si dichiara solidale e offre il suo sostegno alle richieste portate avanti con il flashmob di oggi:

Anticipare al 19 maggio l’apertura dei centri non è solo opportuno dal punto di vista economico, ma assolutamente sicuro dal punto di vista sanitario. Basterebbe conoscere come funziona la gestione di un centro estetico per avere contezza dei livelli di sicurezza e di igiene garantiti (sempre, non solo in fase di emergenza). Le persone in piazza, pur ringraziando per gli aiuti economici ricevuti, hanno chiesto di poter lavorare, identificando proprio nel lavoro il modo con il quale l’intero comparto intende guadagnarsi da vivere. Le Istituzioni diano risposte.