Importante operazione antidroga ad Asti

La guardia di finanza di Asti ha inferto un duro colpo al mercato degli stupefacenti. All’esito di complesse indagini, dirette e coordinate dalla Procura della Repubblica di Asti, D.ssa Laura Deodato, i Finanzieri del Gruppo di Asti, nei giorni scorsi hanno dato corso a un imponente dispositivo mirato alla repressione del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti in città. Anche con l’ausilio di unità cinofile antidroga, sono state eseguite decine di perquisizioni in appartamenti ed aziende, in Asti e provincia, che hanno consentito di individuare tre soggetti pregiudicati astigiani, già responsabili di gravi reati predatori, di cui, C.F. del 1987, tratto in arresto, e altri tre: una donna, D.J. del 1989, e due uomini: D.G del 1963 e D.M. del 1986, indagati per traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Le ricerche hanno permesso di rinvenire e sequestrare g. 31.770 di marijuana (la cui percentuale di principio attivo –THC- è in fase di accertamento), g. 450 di hashish, n.90 piantine di cannabis indica (in due distinte piantagioni di cui una ad Asti e una in provincia), n.25 telefoni cellulari ed un rilevantissimo numero di banconote di vario taglio rinvenute in luoghi diversi, risultate complessivamente ammontanti a €. 141.230.00, per lo più detenute in borse di plastica ben occultate nelle abitazioni degli indagati. Le investigazioni, tuttora in corso, mirano a individuare ulteriori collegamenti criminali sul territorio.



In questo articolo: