Didattica online durante Covid-19, tre ricercatori dell’Università di Torino vincono il ‘Best Research Paper Award’

Tre ricercatori dell’Università di Torino – Marina Marchisio, Sergio Rabellino e Cecilia Fissore – hanno vinto il “Best Research Paper Award”, assegnato in occasione della Conferenza Internazionale EDEN 2020, per il contributo dal titolo “Secondary School Teacher Support and Training for Online Teaching During the COVID-19 Pandemic”.

La Conferenza internazionale EDEN – European Distance and E-learning Network – associazione nata nel 1991 con oltre 180 membri istituzionali, si è svolta dal 22 al 24 giugno interamente online organizzata dall’Università Politecnica di Timisoara (Romania).

Dal 2008, EDEN ogni anno conferisce il “Best Research Paper Award” per le ricerche e i contributi più innovative nei campi dell’open education, distance education ed e-learning, a valle di un lungo processo di selezione che garantisce l’alta qualità del prestigioso riconoscimento. Quest’anno la giuria ha operato la scelta in collaborazione con la Ulrich Bernath Foundation for Research in Open and Distance Learning (Germania).

Il premio è stato conferito nella giornata conclusiva dei lavori dalla presidente della giuria, la prof.ssa Denise Whitelock della Open University’s Institute of Educational Technology (Gran Bretagna), alla prof.ssa Marina Marchisio (Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute), all’ing. Sergio Rabellino (Dipartimento di Informatica) e alla dott.ssa Cecilia Fissore (Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne) dell’Università di Torino, autori di “Secondary School Teacher Support and Training for Online Teaching During the COVID-19 Pandemic”.

I vincitori del premio sono membri del gruppo di ricerca “DELTA Research Group” dell’Università di Torino, fondato dalla prof.ssa Marchisio, e lavora da anni nel campo della Digital Education. Durante l’emergenza Covid-19 il gruppo ha supportato la didattica online sia dei colleghi universitari che dei docenti delle scuole secondarie italiane.

“Mettiamo le nostre ricerche, le nostre competenze e la nostra passione per la Digital Education al servizio della comunità” ha dichiarato Marina Marchisio nel discorso di ringraziamento durante la cerimonia di premiazione, “e le attività svolte in questo periodo di pandemia ci hanno insegnato che questa emergenza può essere trasformata in un’importante opportunità per il futuro dell’educazione nel quale dovranno essere adottati nuovi paradigmi per l’insegnamento e l’apprendimento”.