La Città di Torino fornirà supporto giuridico a Ema Stokholma per le molestie subite alla Mole

La Città di Torino fornirà a Ema Stokholma il supporto giuridico nel procedimento giudiziario che ha avviato per le molestie subite alla Mole Antonelliana durante le prove del dj set da lei tenuto per la festa di San Giovanni.

La dj era stata filmata con un telefonino sotto la gonna e aveva denunciato quanto accaduto alle forze dell’ordine e sui social. Da subito la sindaca appendino e il Museo del Cinema si sono schierati al suo fianco condannando l’accaduto. Ora arriva la comunicazione, durante il dibattito in Sala Rossa, che il comune affiancherà Ema Stokholma anche nel procedimento legale.

Per l’amministrazione Appendino è intervenuto l’assessore all’innovazione, Marco Pironti, che ha confermato la dinamica dell’episodio: “Ema Stokholma è stata uno degli artisti che abbiamo voluto ingaggiare anche per la sua storia personale, legata alle violenze subite assieme al fratello durante l’infanzia. Ema dimostra che con la determinazione si possono sempre raggiungere risultati di rilievo: lei è un simbolo di rivalsa. La Città condanna l’accaduto è garantirà supporto giuridico all’artista nel procedimento giudiziario avviato dalla denuncia“.



In questo articolo: