Nina, il cane senza volto, ha trovato casa a Torino

Abbiamo a più riprese seguito la storia di Nina, la cagnolina rimasta sfigurata probabilmente nel tentativo di fuggire dal posto in cui viveva reclusa. Nina è partita dalla Sicilia per arrivare a Torino, dove i medici della clinica universitaria di  Grugliasco l’hanno operata per salvarle la vita.

Poi è cominciata la lunga riabilitazione, sempre seguita da Graziella Porro, che ha anche aperto una pagina Facebook per raccontare la storia di Nina. E ora il lieto fine. La stessa Graziella ha trovato una casa con un grande giardino ed ha deciso di tenere con sè Nina, che può ora davvero cominciare la sua nuova vita.



In questo articolo: