Arrestata coppia per sfruttamento della prostituzione e sequestro di persona a Torino

Una coppia, un 30enne ed una 28enne, costringeva tre ragazze a prostituirsi tenendole chiuse in casa e minacciando di sottrar loro i guadagni dell’attività.

Ma la polizia di Torino dopo un anno di indagini è riuscita a sgominare l’attività illecita dei due, arrestandoli con l’accusa di sfruttamento della prostituzione, sequestro di persona ed estorsione. Dal corso delle indagini è emerso come la coppia trattava direttamente con i clienti delle tre povere ragazze pattuendo la cifra per la prestazione. Dopo di che i clienti si potevano recare in una casa in corso Moncalieri dove erano rinchiuse le ragazze.

Sempre, da quanto è emerso dalle indagini, attraverso delle intercettazioni,  le ragazze erano state anche minacciate più volte che nel caso in cui avessero denunciato, i loro video girati con i clienti sarebbero stati diffusi dai due sfruttatori nei loro paesi di origine. Una delle tre, inoltre è stata picchiata e derubata di una collana e del passaporto.

Nell’ambito delle indagini la polizia ha anche scoperto che il figlio della 28enne era stato dichiarato figlio di diverso padre per ottenere il permesso di soggiorno, ed è stata quindi denunciata per alterazione di stato. Per il 30enne è scattata la misura cautelare della custodia in carcere mentre per la sua compagna l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.



In questo articolo: