La villa di Moncalieri sequestrata alla ‘ndrangheta diventerà la casa della solidarietà e della legalità

Il sindaco di Moncalieri Paolo Montagna attraverso la sua pagina Facebook ha annunciato che la villa di via Ungarett, nel quartiere Nasi di Moncalieri, confiscata alla ‘ndrangheta, diventerà la casa della solidarietà e della legalità.Il sindaco ha già effettuato il sopralluogo insieme al capo di gabinetto Davide Guida per poter visionare la villa e poter avviare l’iter di procedura di rinascita, la richiesta infatti è già stata inviata all’Agenzia Nazionale dei beni confiscati.

Nei piani del sindaco inoltre vi è anche l’intento di recuperare un appartamento in strada Carignano, anch’esso sequestrato alla ‘ndrangheta per poterlo convertire e riqualificare.

Da una villa confiscata nasce la Casa della Solidarietà

Una villa confiscata alle mafie, a Moncalieri. Siamo pronti a restituirla alla Comunità, con un progetto che mette in rete le associazioni, gli studenti, i ragazzi di Libera.Perché le istituzioni sono più forti, perché Noi siamo di più. Perché possiamo battere le mafie.

Posted by Paolo Montagna Sindaco on Friday, July 10, 2020



In questo articolo: