Sgombero Mulini Notav, Allasia: “Sono dei delinquenti”, Frediani: “Azione incomprensibile e inaccettabile”

Da stamattina è in atto un’azione delle forze dell’ordine volta a smantellare il presidio dei NoTav dai Mulini a Chiomonte, azione che il Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, Stefano Allasia, ha sostenuto, dichiarando che “la Valle di Susa non può essere ostaggio di un gruppo di estremisti che imperversa con azioni illegali ed attacchi alle forze di polizia”. Per Allasia “a provocare questi continui disordini sono dei delinquenti, e come tali devono essere trattati.”

Su questo invece non è d’accordo la Consigliere Regionale M5S, Francesca Frediani, che ricorda “le parole del Questore, che pochi giorni fa aveva affermato che il terreno su cui si trovano i giovani no TAV è privato e dato in comodato d’uso, smentendo un’occupazione e assicurando che non ci sarebbe stato nessun tentativo di sgombero o di sequestro”. Per lei si tratta di “giovani che meriterebbero il nostro ascolto e il nostro rispetto, certo non manganelli e lacrimogeni. A questi giovani – conclude – possiamo solo augurare di non perdere la loro determinazione e non abbandonare la speranza di poter cambiare questa società così asservita alle lobby. Qualsiasi azione di forza contro questi ragazzi sarebbe incomprensibile e inaccettabile. ”

LEGGI ANCHE:

Smantellato il presidio NoTav dei Mulini a Chiomonte



In questo articolo: