Minaccia agenti e passanti con una spranga e una bottiglia: arrestato a Porta Palazzo

Ieri pomeriggio agenti della Polizia Municipale del Comando di Porta Palazzo sono intervenuti per sedare una lite in piazza della Repubblica, in prossimità dell’Istituto Bancario Intesa Sanpaolo.

La discussione è nata in seguito all’intervento di due ragazzi in difesa di un cane maltrattato dal proprio padrone. I due giovani hanno invitato l’uomo a smetterla di inferire sull’animale e quest’ultimo ha reagito minacciandoli con una spranga di ferro e intimandogli in maniera violenta di ‘farsi i fatti propri’.

Alcuni passanti, attirati dalla scena, sono intervenuti in difesa dei due giovani e hanno persuaso l’uomo a buttare a terra la spranga. L’individuo, in evidente stato di agitazione, dopo aver posato la spranga si è scagliato nuovamente contro i due ragazzi nel tentativo di colpirli con dei pugni.

Richiamati dalle urla sono intervenuti gli agenti che hanno bloccato l’uomo.

Si tratta di un quarantenne, tossicodipendente già noto alle forze dell’ordine che abitualmente staziona nella piazza. Quando la situazione sembrava volgere a una risoluzione, l’individuo ha brandito una bottiglia di vetro rotta e ha iniziato a minacciare gli agenti e i passanti.

I ‘civich’ però sono riusciti a disarmare e bloccare l’uomo che è stato arrestato per i reati di percosse, minaccia aggravata e resistenza a pubblico ufficiale e condotto in carcere in attesa di processo per direttissima mentre del cane si prenderà cura un suo amico.

L’intervento ha suscitato l’ira di alcuni frequentatori della piazza che, in maniera animata, hanno preso le difese dell’arrestato. Ristabilita la quiete, uno di questi, un uomo di 53 anni, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di resistenza a pubblico ufficiale.