Extinction Rebellion manifesta a Torino perché i media si occupino della crisi climatica

Si è svolta oggi, venerdì 18 settembre la manifestazione di Extinction Rebellion per sensibilizzare i media sulla crisi climatica in corso. Alcuni attivisti hanno inscenato una morte collettiva sdraiandosi sul selciato di piazza Castello mentre tristi figuri in rosso passavano tra di loro. Più tardi 14 attivisti si sono incatenati alle colonne di palazzo reale in un gesto di disobbedienza civile non violenta.

“I nostri attivisti chiedono che i media inizino finalmente a dire la verità sulla crisi climatica ed ecologica con l’urgenza propria di un’emergenza – scrivono alle redazioni i rappresentanti di Extinction Rebellion -. Le forze di Polizia hanno iniziato a identificare i nostri attivisti e minacciano di sgomberare la manifestazione che si sta svolgendo in modo del tutto pacifico. Gli attivisti rischiano pesanti condanne penali per quello che è un atto d’amore verso l’umanità. Chiediamo che i rappresentati della stampa e della televisione siano presenti per documentare quanto sta accadendo in questo momento e che raccolgano l’invito di Extinction Rebellion a trattare con l’urgenza che merita la crisi climatica ed ecologica. Attendiamo un rappresentate delle vostre testate che testimoni l’impegno di intraprendere un piano editoriale adeguato. I nostri attivisti stanno sacrificando loro stessi in prima persona. Abbiamo bisogno di voi.”