Fermato taxi che passava con il rosso. Il passeggero mostra documenti falsi: in casa 22 dosi di crack e 13200 euro in contanti

Nella notte fra lunedì  e martedì, 21 e 22 dicembre scorso, la pattuglia del commissariato nota un taxi passare con il rosso su corso Novara. Alla vista degli agenti, il mezzo interrompe la sua corsa. La Volante si affianca al veicolo e vede il passeggero sul sedile posteriore fuoriuscire dall’auto ed inveire contro di loro. Alla richiesta di esibire i documenti, l’uomo, ventottenne, mostra delle foto sul cellulare, dichiarando di averli lasciati a casa. In seguito ad un primo controllo, il fermato risulta avere diversi precedenti di Polizia. Insospettiti, i poliziotti perquisiscono la sua abitazione. All’interno di un armadio vengono rinvenuti 7300 euro in contanti mentre in un cappello di lana l’uomo aveva occultato 22 dosi di crack ed una chiave. Questa apriva una cassaforte nascosta sotto il letto contenente altro denaro contante per oltre 5900 euro e documentazione di Polizia attestante la falsità dei documenti mostrati poco prima in foto. Scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio e false attestazioni.