Un altro pomeriggio di tensione in Val di Susa tra i manifestanti No Tav e la Polizia

Nuovo pomeriggio di tensione questo pomeriggio di domenica 10 gennaio, dove nei pressi del cantiere di Chiomonte i manifestanti hanno cercato di raggiungere il presidio dei mulini. Durante la loro marcia si sono verificati momenti di tensione tra i manifestanti che hanno lanciato pietre e bombe carta nei confronti della Polizia che ha risposto con con i lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

È quanto è emerso anche dal post su Facebook della pagina Notavinfo Notav:

I No Tav come al solito si sono trovati il sentiero Gallo romano sbarrato dal cancello per impedire il passaggio e il raggiungimento del presidio permanente dei Mulini. Per inaugurare l’anno i No Tav hanno provato ad aprire un varco nel cancello tra cori e battiture, con la pronta risposta di un fitto lancio di lacrimogeni da parte delle forze dell’ordine… Ma la natura è No Tav ed è dalla nostra parte e la neve lì ha spenti tutti…

Foto: pagina Facebook Notavinfo Notav



In questo articolo: