Sentenza appello bis del maxiprocesso No Tav: 32 condanne ma pene sensibilmente ridotte

Dopo una lunghissima camera di consiglio è arrivata in tarda serata la sentenza d’appello bis del maxiprocesso No Tav per i fatti dell’estate 2011.

I giudici hanno deciso 32 condanne con sensibili riduzioni delle pene rispetto alle sentenze precedenti dato che sono oracomprese fra i 2 anni e i sei mesi di reclusione

Gli episodi che sono stati analizzati dalla Corte d’Appello si riferivano agli scontri fra No Tav e forze dell’ordine avvenuti in valle di Susa nell’estate 2011 nella zona in cui oggi sorge il cantiere preliminare della ferrovia ad Alta Velocità Torino-Lione.

Il processo bis si era aperto ne febbraio 2020 dopo che nell’aprile 2018 la Cassazione aveva annullato la sentenza pronunciata dalla Corte d’appello di Torino nel novembre 2016, ordinando un nuovo giudizio.

Da ieri Dana Lauriola, attivista No Tav in carcere dal 17 settembre scorso, e altre due detenute hanno cominciato uno sciopero della fame,