Abbonamento Musei lancia il contest letterario #AMAmbassador, i musei raccontati dai visitatori

I musei e i luoghi d’arte custodiscono storie preziose. Non sono solo quelle delle collezioni e delle architetture, ma anche di quelle di coloro che rendono vivi questi posti, ovvero i visitatori con la loro curiosità e sete di conoscenza. Proprio per raccogliere e raccontare queste storie, Abbonamento Musei indice il contest letterario #AMAmbassador.

A partire da lunedì 1° febbraio, gli abbonati potranno caricare un racconto della lunghezza di una cartella (ovvero 1.800 battute) narrando un’esperienza importante vissuta grazie alla tessera Abbonamento Musei: un incontro speciale, una giornata fuori dall’ordinario, un’esperienza fortunata, una visita rimasta particolarmente impressa, un’avventura rocambolesca, ecc. Insieme al testo, gli abbonati potranno allegare una foto di quel momento. Il link con tutte le indicazioni sarà diffuso tramite newsletter, social e il sito. Le storie saranno raccolte fino al 28 febbraio.

Il progetto di selezione e del successivo editing si svolge in collaborazione con la Scuola Holden, due studentesse infatti sono state incluse nella giuria che sceglierà tre racconti a settimana, uno per ciascuna regione coinvolta (Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta), che saranno pubblicati sui canali social di AM nella rubrica #AMAmbassador. In palio per le quattro storie migliori il kit dell’ambassador composto da gadget targati Abbonamento Musei.

L’iniziativa #AMAmbassador, che da ottobre 2020 invita gli abbonati a condividere nelle proprie stories la foto della tessera in una piazza o in un parco, di fronte a un monumento o al cospetto dell’opera d’arte preferita, si inserisce nell’ambito di AMplify, l’informazione di Abbonamento Musei nato per conoscere da vicino le istituzioni culturali tra novità, consigli utili e cose belle. Un nuovo canale di informazione tramite il sito, la newsletter e i social, con novità, approfondimenti, collaborazioni, notizie inedite: un racconto vivace e periodico a favore degli abbonati e, insieme, di tutte le persone che hanno voglia di informarsi e scoprire il mondo delle istituzioni culturali e delle loro proposte.

Dall’inizio di dicembre, attraverso una serie di appuntamenti in diretta Instagram, la direttrice di Abbonamento Musei Simona Ricci, conversa con alcuni dei direttori delle istituzioni del circuito. Dialoghi dedicati alle progettualità in corso e future, nonostante e anche a causa della chiusura: una sorta di viaggio alla scoperta di quanto un museo possa e debba essere un “cantiere”, in continuo aggiornamento. A fine 2020 si è tenuto invece Disegniamo l’arte, l’iniziativa rivolta ai più piccoli per scoprire i musei del territorio.
Le rubriche si alternano nei contenuti e nei format perché la cultura possa essere raccontata a tutti: dai grandi ai piccoli, dagli esperti ai curiosi.
La tessera di Abbonamento Musei è in vendita con la possibilità per tutti di acquistare un abbonamento e attivarlo più avanti con la garanzia della proroga di validità automatica nel caso la chiusura dei musei si prolungasse.



In questo articolo: