Coronavirus, in Piemonte dieci milioni di euro per progetti di ricerca anti Covid

Nel 2021 dieci milioni di euro sono destinati al potenziamento dei laboratori e della ricerca sul Covid, per finanziare progetti a breve termine da utilizzare nella lotta alla pandemia. Lo ha annunciato l’assessore Matteo Marnati oggi pomeriggio in sesta Commissione, presieduta da Paolo Bongioanni, nel corso della discussione sul bilancio previsionale 2021-2023.In tema di lotta al Covid, l’assessore ha anche detto che ci sono le risorse per il raddoppio dell’Mbc, il centro di ricerca per le biotecnologie molecolari dell’università di Torino, in via Nizza.

Università e Istruzione

In mattinata l’assessore Elena Chiorino aveva relazionato su diritto allo studio universitario e istruzione. Confermati i 26,4 milioni di euro del 2020 sul diritto allo studio universitario, mentre ammontano a 1,5 milioni i trasferimenti a Edisu Piemonte per il rimborso dei canoni dei contratti di locazione degli studenti fuori sede per il periodo dello stato di emergenza Covid. 200 milioni andranno invece a cofinanziare progetti per lo sviluppo delle strutture universitarie.

Sui capitoli destinati all’istruzione l’assessore ha confermato gli importi degli scorsi anni per i voucher scuola: 4,3 milioni per gli assegni di studio per iscrizione e frequenza, e 6,5 per libri di testo, offerta formativa e trasporto, cui vanno aggiunti i trasferimenti statali, che quest’anno sono incrementati di 1,3 milioni. Un nuovo fondo di 350 mila euro sarà destinato alle famiglie che intenderanno iscrivere i figli alle scuole paritarie.

Hanno posto domande i consiglieri Marco Grimaldi (Luv), Sarah Disabato (M5s), Diego Sarno, Daniele Valle eDomenico Rossi (Pd), Francesca Frediani (Movimento 4 ottobre) e Silvio Magliano (Moderati). In particolare, Luv e Pd hanno contestato le cifre relative al voucher scuola, parlando di tagli che lascerebbero oltre 50 mila domande senza risposta.

300mila euro per la Sport Commission

In Commissione sono anche intervenuti gli assessori Fabrizio Ricca su sport, politiche giovanili e internazionalizzazione e Maurizio Marrone sulla cooperazione internazionale.

Ricca ha annunciato l’incremento delle risorse sulla promozione di eventi sportivi di carattere internazionale (+2 milioni di euro) e l’istituzione di un nuovo capitolo di 300mila euro per la neonata Piemonte Sport Commission. “E’ nostra intenzione implementare le risorse del settore per le ricadute positive che ha sulla salute dei cittadini e anche come volano turistico-economico”, ha spiegato Ricca. Dall’opposizione Sarah Disabato, Diego Sarno, Daniele Valle e Marco Grimaldi hanno criticato il taglio di oltre un milione di euro agli enti e alle associazioni sportive per la promozione della pratica. L’assessore Ricca ha legato la diminuzione di risorse alla situazione contingente e confermato la volontà di confrontarsi con gli enti sportivi e le associazioni sul loro utilizzo.

Infine Marrone ha sottolineato l’aumento dei contributi ai comuni per bandi sui progetti di cooperazione internazionale – in tutto 421 mila euro – e per le iniziative di pace, cooperazione e solidarietà internazionale, passati da 50 mila a 400 mila euro: “E’ il segno di quanto crediamo, pure in momenti di crisi internazionale come questi, alla solidarietà e alla cooperazione con i popoli in difficoltà. Anche per garantire loro il diritto a non emigrare”.



In questo articolo: