La scuola non si-cura, a Torino e in Piemonte tre giorni di manifestazioni contro la didattica a distanza

Sono continue le mobilitazioni per protestare contro la chiusura della scuola in presenza e contro il rinnovato ricorso alla DAD in gran parte degli istituti di ogni ordine e grado del Piemonte.

Tra queste, Priorità alla Scuola Piemonte supporta e coordina numerose manifestazioni spontanee “nate dall’esasperazione di docenti, genitori, alunne e alunni di fronte a quella che pare essere l’ennesima scorciatoia, l’ennesima strutturale e strumentale non-gestione della realtà che viviamo: dopo un anno, è inaccettabile che l’unica soluzione per superare un momento di allerta sanitaria sia di nuovo la chiusura delle scuole. Una chiusura che ha portato all’aumento delle disuguaglianze sociali, all’aumento della depressione e dei disagi negli adolescenti, all’aumento della dispersione scolastica e ora anche al rischio per molte famiglie di non poter conciliare lavoro e famiglia.”

Unaa serie di iniziative partiranno venerdì 12 e si concluderanno domenica 14 con una manifestazione organizzata in Piazza Castello, alle 11.30, sotto la sede della Regione Piemonte.

Di seguito, l’elenco delle iniziative attualmente previste sul territorio, mentre tutti i giorni gli studenti in protesta seguirannoo le lezioni da piazza Castello:

VENERDI 12:

LA LOGGIA LEZIONI DAVANTI A SCUOLA

MONDOVI FALSHMOB DAVANTI AL COMUNE ORE 17

IVREA FLASH MOB POMERIGGIO

SAN MAURIZIO CANAVESE LEZIONE DI FRONTE A SCUOLA

CIRIE’ MANIFESTAZIONE 9.30

NOVARA LEZIONI IN PIAZZA DEL COMUNE ORE 15.00

TORINO:

Flashmob ore 16.45 in corso Marconi e a seguire flashmob piazza Madama alle 17.30

Flashmob Via Garibaldi davanti a Tiger ore 17.00

SABATO 13:

LUSERNA SAN GIOVANNI FLASH MOB ORE 10.30

TORINO FLASMOB ore 16.00 Piazza Livio Bianco

DOMENICA 14

TORINO PRESIDIO IN PIAZZA CASTELLO ORE 11.30

(Foto di Piergiorgio Mariconti)



In questo articolo: