Preoccupazione per gli 80 lavoratori della FHP Freudenberg di Mombello Monferrato

Presso la sala consigliare del Comune di Mombello, si sono riuniti i Rappresentanti delle varie realtà Comunali della Valcerrina, le Organizzazioni Sindacali di Fiom CGIL, Fim CISL e Uilm UIL, la Rappresentanza Sindacale Interna e una delegazione di lavoratrici e lavoratori, per discutere ed affrontare nel merito la preoccupante e delicata situazione che si è venuta a creare rispetto alle prospettive industriali e occupazionali della FHP Freudenberg di Mombello Monferrato.

Tutti i soggetti presenti alla riunione, manifestando preoccupazione per il futuro lavorativo di più di 80 persone e la messa in discussione delle prospettive industriali di una realtà lavorativa centrale per importanza occupazionale sul territorio, hanno deciso unitariamente di dare seguito ad una serie di iniziative finalizzate a rafforzare la trattativa sindacale che avrà inizio il 30 marzo 2021 e a porre la giusta attenzione politica alla vicenda.

Ritenendo necessario e fondamentale coinvolgere tutti i livelli istituzionali, sono già state inviate le richieste di convocazione presso la Prefettura di Alessandria e la Regione Piemonte, iniziative propedeutiche all’apertura in tempi brevi di un tavolo di lavoro in merito all’ex sito produttivo Framar acquisito da Gimi s.p.a. nel 2010 e diventato parte del gruppo Freudenberg nel 2016, multinazionale che detiene anche il marchio Vileda.



In questo articolo: