Protestano i tassisti a Torino: non abbiamo più tempo, siamo alla fame

Oltre 200 tassisti i sono ritrovati questa mattina a Torino davanti a Palazzo di Città. Con cori, striscioni e fumogeni hanno chiesto con forza aiuti economici. Lamentano che i ristori non coprono nemmeno i costi delle tasse che hanno dovut continuare a pagare.

L’assessore al Commercio Alberto Sacco è sceso a dialogare con i manifestanti ed ha assicuat che si sta facendo il possibile per l’accompagnamento degli 80enni ai centri vaccinali, che avranno un rimborso del 100%, e anche per la fascia dei 70enni, che potranno usare il taxi per andarsi a vaccinare con rimborso al 50%.

La reazione dei tassisti è stata fredda. “Non abbiam più tempo – hanno detto – siamo alla fame”



In questo articolo: