L’Orchestra Sinfonica della Rai suona a Torino con i borsisti di Professione Orchestra

Il sogno di diventare professore d’orchestra che accomuna molti giovani musicisti si realizza per un giorno per i borsisti della quarta edizione di “Professione Orchestra”, il percorso formativo professionalizzante nato dalla partnership tra l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e l’Accademia di Musica di Pinerolo.

L’occasione è il concerto di sabato 12 giugno alle ore 16:00 presso l’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, che vede protagonisti sullo stesso palco cinque professori dell’Orchestra Rai (Nicola Patrussi, oboe; Gabriele Amarù, corno; Constantin Beschieru, violino; Margherita Sarchini, viola; Cecilia Perfetti, contrabbasso) e cinque borsisti di “Professione Orchestra” (Elisa Giordano, flauto; Caterina Costa, clarinetto; Matteo Maggini, fagotto; Antonio Salvati, violoncello; Giulia Ciaurro, arpa) selezionati tra gli oltre sessanta partecipanti all’edizione 2020/2021. In programma musiche di Jean Cras, Francis Poulenc, Jacques Ibert, Nino Rota e Ludwig van Beethoven.

Al privilegio di studiare con le prime parti di una delle più importanti orchestre europee e a quello di sperimentare un’audizione per il concorso in orchestra, prevista dal training on the job, si aggiunge così un altro fondamentale tassello dell’esperienza formativa di ogni musicista: la possibilità di suonare su un palco di grande prestigio.

Il concerto è aperto a un massimo di 200 persone, nel rispetto delle più recenti norme per il contenimento della pandemia. I biglietti, proposti al prezzo unico di 5 euro sono in vendita online sul sito dell’OSN Rai e, previo appuntamento da prendersi telefonicamente o via email, presso la biglietteria dell’Auditorium Rai di Torino.

Il progetto è realizzato con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo (Maggior sostenitore).

PROGRAMMA
Jean Cras (1879 – 1932)
Quintetto per arpa, flauto, violino, viola e violoncello 2° movimento
Francis Poulenc (1899 – 1963)
Sonata per clarinetto e fagotto
Jacques Ibert (1890 – 1962)
Trois pièces brèves per quintetto di fiati
Nino Rota (1911 – 1979)
Quintetto per arpa, flauto, oboe, viola, violoncello
Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)
Settimino op. 20
1° movimento



In questo articolo: