Franceschini: il Museo Lombroso di Torino deve rimanere aperto

Ha risposto senza mezzi termini il ministro Franceschini al question time al Senato in relazione alle accuse del senatore De Bonis, che ha chiesto a più riprese la chiusura del Museo Lombroso di Torino.

“L’allestimento odierno del museo è studiato in modo da far conoscere il pensiero di Lombroso calato nel periodo in cui visse, dimostrando l’infondatezza dei pregiudizi della fisiognomica, di una parte controversa del pensiero scientifico che collide con l’attuale sensibilità sociale, preservandone dunque la memoria in modo critico”

“Il mio compito – ha aggiiunto Franceschini – è aprire i musei, non chiuderli”. Inoltre il ministro ha fatto notare che non spetta a lui una decisione del genere in quanto il museo è di proprietà dell’Univesità di Torino “ma – ha aggiunto – se la decisione spettasse a me il museo rimarebbe sicuramente aperto”.

Il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia ha plaudito all’intervento di Franceschini: “Le sale espositive del museo fanno conoscere al visitatore le discusse teorie dello scienziato spiegando i presupposti culturali e scientifici da cui nacquero e quali furono gli errori di metodo scientifico. Questa vicenda ha evidenziato la miopia del senatore De Bonis, perché il compito della politica è anche quello di fare conoscere la storia e non di cancellarla”.