A Piozzo la prima maratona di fritto misto di pesce nel mondo

Bruno Picco, Chef del Ristorante Perlage di Piozzo, ha ideato una maratona di fritto di pesce che attraversa il mondo da Oriente a Occidente.

Lo Chef friggerà calamari e gamberoni nella cucina del proprio ristorante nella modalità tipica di 3 nazioni diverse in cui ha vissuto e lavorato per anni.

Il programma prevede 3 diversi fritti, ognuno pari ad una porzione normale, pertanto adatti a stomaci “allenati”, preparati come si conviene in 3 diverse parti del mondo: Thailandia, U.S.A. e Mexico.

Chef Bruno conosce bene le abitudini culinarie di questi paesi. Appena diplomato alla scuola Alberghiera espatriò per lavorare per decenni all’estero: Brasile, Thailandia, USA e Messico. Quasi sempre nei panni di Chef esecutivo, è stato tuttavia anche Chef Consultant per nuove aperture nel mondo del Ristorante Alfredo di Roma. Ma il sogno di Bruno era tornare a casa con un bagaglio di segreti culinari rubati in vari angoli del mondo e costruire un proprio ristorante con i suoi fratelli, estranei al mondo della ristorazione ma pronti a cambiare vita insieme. E’ nato così nel 2008 il Perlage, un ristorante colorato e informale, effervescente come il nome.

Bruno porta il suo modo di cucinare “contaminato dal mondo” in Langa. E lo fa a partire dal fritto di pesce. Una sfida non da poco in una terra che possiede tutt’altra impronta gastronomica. Tuttavia riesce a farsi notare per la leggerezza del suo fritto e pian piano introduce alcune delle contaminazioni etniche di cui è capace.

La maratona del 25 luglio consente di assaporare il fritto di pesce come viene preparato in paesi del mondo molto lontani e molto diversi tra loro.

“Calamari e gamberoni vengono fritti più o meno allo stesso modo in tutto il mondo” spiega Chef Bruno “a cambiare sono soprattutto le salse e le guarnizioni di accompagnamento, il che cambia tutto”.

Per chi non può affrontare l’intera maratona è prevista una maratonina, con due soli fritti.

L’evento avrà necessariamente posti limitati.



In questo articolo: