ll 14 luglio 1938 il manifesto della razza, ANPI Casale: ricordare per bloccare deriva razzista e antisemita

ll 14 luglio 1938 venne pubblicato su “Il Giornale d’Italia” il famigerato manifesto della “razza”. Con il titolo “Il fascismo e i problemi della razza”, il manifesto della “razza” anticipò di poche settimane la promulgazione della legislazione antiebraica fascista (settembre-ottobre 1938), sottoscritta dal re Vittorio Emanuele III.
Il manifesto divenne la base ideologica e pseudo-scientifica della politica razzista dell’Italia fascista, anticamera della Shoah in Italia.

ANPI Casale ricorda i 59 ebrei casalesi e i 4 moncalvesi deportati e morti nei campi di sterminio, alcuni dei quali ricordati anche dalle pietre d’inciampo poste lungo i marciapiedi della città.
A distanza di 83 anni da quella nefasta data ANPI icorda che è necessario promuovere una vasta e costante iniziativa di carattere culturale e storico contro la deriva razzista e antisemita che sta investendo l’Europa e il nostro Paese.



In questo articolo: