Assoutenti lancia una petizione per chiedere al governo di rendere obbligatorio il vaccino anti Covid19

Parte in Piemonte una petizione per chiedere a Governo e Parlamento una legge nazionale che imponga in Italia la vaccinazione obbligatoria anti-Covid. A lanciarla Assoutenti, storica associazione dei consumatori italiana, che ha ricevuto già una prima prestigiosa adesione all’iniziativa con Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, primo firmatario della petizione.

“I gravi scontri di sabato scorso dimostrano come sia oramai improcrastinabile una legge dello Stato che superi le divisioni in atto in tema di Green pass, imponendo la vaccinazione obbligatoria a tutti i cittadini salvo quei soggetti a rischio o con particolari patologie – spiega il presidente Furio Truzzi – Una legge nel rispetto della Costituzione e che preveda risarcimenti in favore dei cittadini in caso di danni da vaccinazione. In tale direzione abbiamo lanciato oggi su change.org una raccolta di firme alla quale tutti i cittadini del Piemonte sono possono aderire e far sentire la propria voce”.

In particolare nella petizione pubblicata si legge:

“Ritenuta la necessità che il protocollo vaccinale preveda la massima applicazione del principio di precauzione nei confronti di persone in condizioni critiche o con particolari patologie;

Considerata l’opportunità di superare qualsiasi conflitto giudiziario, politico e sociale causato dall’estensione del green pass a quasi tutti i cittadini e la particolare e grave situazione pandemica, si evidenzia la necessità di una “legislazione” di emergenza sanitaria in grado di contrastarne la diffusione e che il vaccino ha dato prova di grande efficacia nella riduzione del contagio e nel contenimento degli esiti sulla salute dei contagiati;

fanno appello alle massime autorità dello Stato affinché si adoperino per favorire la presentazione, approvazione e promulgazione di una Legge che introduca l’obbligo vaccinale universale Anticovid-19 in Italia , che preveda rigorosi protocolli vaccinali a tutela della salute della persone sottoposte a tale obbligo e forme di indennizzo per i vaccinati con reazioni avverse gravi e gravissime (invalidità temporanee, permanenti, morte)”.

Chi fosse interessato a firmare la petizione può trovarla qui.



In questo articolo: