A Torino solo il 5% delle vie o piazze sono intitolate a donne. In Italia la media è il 6,6%

A Torino ci sono 2458 vie o piazze. Di queste 1154 sono intitolate a persone. A partire dal totale 1096 sono intitolate a uomini, 58 intitolate a donne di cui 44 a donne non sante.

Delle 24.625 strade intitolate a persone nei 21 capoluoghi di regioni e province autonome italiane, solo 1.629 (il 6,6%) sono intitolate a donne. Di queste, il 41% sono dedicate a sante.

In totale, le strade considerate onorano 11.643 persone. A fronte di 10.962 uomini, solo 681 donne sono ricordate con una via o piazza.

Sono solo cinque le donne a cui è dedicata una strada in almeno metà delle città considerate: la Madonna, Santa Lucia, Sant’Anna, Santa Chiara e Santa Margherita.

Le donne laiche a cui sono intitolate più vie o piazze invece sono Grazia Deledda, Margherita di Savoia, Ada Negri, Eleonora Duse, Mafalda di Savoia, Maria Montessori e Matilde Serao.

Sono i dati relativi a Torino e all’Italia del progetto Mapping Diversity , che utilizza i dati di fonti aperte e costruite attraverso il crowdsourcing, come OpenStreetMap e Wikidata.

Il progetto vuole essere una mappatura delle disparità di genere tra le persone a cui sono intitolate strade nei capoluoghi di regione e province autonome in Italia. Il progetto è stato realizzato dal data team di OBC Transeuropa assieme con Sheldon.studio nell’ambito dello European Data Journalism Network , ed è stato curato in particolare da Giorgio Comai, Alice Corona e Matteo Moretti.

 



In questo articolo: