Il sindaco di Borgone di Susa contro la marcia No Tav dell’8 dicembre: non mi pare il momento adatto

Il sindaco di Borgone di Susa, Diego Mele, ha pubblicato sul suo profilo Facebook un post stigmatizzando la marcia No Tav prevista per l’8 dicembre, che attaverserà anche il suo comune.

Ha scritto Mele:

Essendo un amante della trasparenza, voglio comunicare urbi et orbi quanto accaduto nei giorni scorsi:
Con preavviso telefonico di tal Guido Fissore in data 23 novembre u.s., a cui il mio numero personale è stato fornito (senza il mio consenso) – ipse dixit – dal presidente dell’Unione dei Comuni nonchè sindaco di Casellette, Pacifico Banchieri, ho ricevuto un primo preavviso di una manifestazione No Tav all’interno del nostro comune l’8 di dicembre p.v., alla telefonata è seguita richiesta alla questura, che mi è stata trasmessa in data 1 dicembre 2021.
In sostanza, al movimento No Tav, viene concesso di sfilare all’interno delle strade del nostro comune durante la festa dell’Immacolata in piena pandemia.
Ovviamente, per sincerarmi che codesta manifestazione non degeneri e che non crei disguidi al traffico e all’abitato borgonese, ho avuto un incontro con questore e prefetto, dai quali sono stato rassicurato nella tenuta della sicurezza e della salvagurdia del patrimonio comunale e di voi cittadini tutti.
Il Comune di Borgone non parteciperà a tale marcia, in quanto si ritiene che i luoghi e gli spazi per la democrazia rappresentativa siano ben altri, quali ad esempio la partecipazione all’Osservatorio Torino – Lione, in cui ogni amministrazione potrà esprimere le proprie rimostranze e le proprie perplessità sull’opera.
Essendo altresì un fautore della libertà di opinione, trovo giusto il voler manifestare contro o a favore di ogni causa, trovo meno giusto invece, che in un momento così delicato per la salute pubblica e per la tenuta dell’ordine pubblico, taluni movimenti abbiano anche solo pensato a una manifestazione di questo tipo, peraltro attraversando un Comune che ha ben altri approci alla causa.
Il tutto ha solamente il sapore di una brutta provocazione, che spero non sia avvallata dall’Unione Montana Valle Susa. Ma qui mi fermo.
Piccola nota a margine:
Si vocifera che insieme ai manifestani vi saranno varie autorità in fascia tricolore, non partecipando il comune che ospiterà a suo mal grado la manifestazione, troverei molto irrispetoso se ciò avvenisse.
Tanto era dovuto.
Il Sindaco
Diego Mele



In questo articolo: