Coca Cola riapre lo stabilimento di Gaglianico per dedicarlo alle bottiglie di plastica riciclata

Coca-Cola Hbc Italia ha annunciato l’investimento di oltre 30 milioni di euro per la riapertura del sito produttivo di Gaglianico, Biella. Coca-Cola sottolinea che è il più importante investimento in sostenibilità nella storia del gruppo e che lo stabilimento verrà convertito in un impianto capace di trasformare fino a 30 mila tonnellate di plastica all’anno in nuove bottiglie in cento per cento “Pet”. Il sito, che si estenderà su una superficie complessiva di 18 mila metri quadrati, prevede a pieno regime l’impiego di oltre 40 dipendenti diretti.

“Nonostante le difficoltà del nostro settore legate alla pandemia e all’incubo di sugar e plastic tax che restano confermate, continuiamo a investire e a fare la nostra parte sia per andare verso una reale economia circolare nel Paese sia per contribuire allo sviluppo socio-economico di una regione alla quale siamo particolarmente legati – ha dichiarato Frank O’Donnell, general manager di Coca-Cola Hbc Italia -. Siamo orgogliosi di poter dare una seconda vita a questo stabilimento e auspichiamo che l’approvazione Efsa arrivi presto per renderlo operativo al 100% quanto prima”..

“Oggi si concretizza il lavoro di anni che ha consentito alla politica regionale piemontese di acquisire credibilità e fiducia – dichiarano il presidente della Regione Alberto Cirio, e l’assessore al Lavoro, Elena Chiorino -. Grazie a Coca-Cola per il grande spirito imprenditoriale dimostrato, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia e dalle tassazioni. Come Regione siamo capofila, in sede di conferenza Stato-Regioni, nella lotta alla tassazione su zucchero e plastica. Sosteniamo l’ecologia, ma vogliamo tutelare tutte quelle imprese che per noi rappresentano il primo presidio a tutela dell’ambiente, proprio come dimostra oggi Coca-Cola portando in Piemonte ricerca, innovazione e tecnologia a tutela dell’ambiente”.

“Quella tra Coca-Cola e Gaglianico è una storia che parte da molto lontano, una sinergia che negli anni ha saputo portare valore ad entrambi e che ci ha permesso di realizzare importanti iniziative per la comunità – ha dichiarato Paolo Maggia, sindaco di Gaglianico -. Per questo motivo, vedere rinascere questo stabilimento è motivo di orgoglio, non solo per l’impatto positivo che avrà sul nostro territorio, con i nuovi posti di lavoro e il conseguente indotto, ma anche perché ci permetterà di diventare un polo di innovazione e sostenibilità” .



In questo articolo: