La carica dei quasi 9 mila per il concorso della Regione Piemonte al Lingotto

Nella scorsa settimana dal 21 al 25 si sono svolte le prove preselettive per 7 bandi organizzati dalla regione Piemonte che non si erano potute svolgere in precedenza dati i problemi legati alla pandemia.

Le prove si sono svolte al Lingotto Fiere a Torino nei padiglioni dove normalmente si svolgono le fiere come il Salone del Libro. Infatti i partecipanti al concorso hanno formato lunghe code ai cancelli del quartiere fieristico che hanno fatto pensare qualcuno ci fosse un salone in corso.

Ci scrive una partecipante al concorso di venerdi

Ho partecipato alla prova di venerdî mattina del concorso della Regione. Eravamo un esercito silenzioso di cui non ha parlato nessuno. Secondo quello che abbiamo saputo eravamo quasi in 9 mila solo quel giorno. Ci siamo messi in cosa con pazienza e l’organizzazione era decisamente buona nonostante i grossi numeri. Ci hanno chiesto il green pass dal telefonino e ci hanno fatto accumulare i dati sulla privacy in uno scatolone. Poi ci hanno infilato in cellulare in una busta in cui lo abbiamo tenuto sigillato per tutto il tempo. siamo entrati nei saloni del Lingotto seguiti da tantissimi ragazzi scritturati per questi giorni vestiti che sembravano le Iene tutti in nero. Ci hanno verificati uno a uno con il nostro foglio con il QR code, con un documento e ci hanno dato un braccialetto e un tablet Samsung. Ottima organizzazione da parte di Formez e Concorsi Smart tutto molto smart.
Siamo rimasti stupiti di trovarci in un contesto di persone di tutte le età non solamente giovani ma persone oramai avanti con gli anni che volevano tentare la strada del posto fisso in questa crisi economica. In effetti si parla moltissimo del problema del lavoro per i giovani, ma ci sono molte persone che hanno superato i 30 40 50 anche 60 anni che cercano dei lavori decenti e se possibili continuativi e che non trovano risposte sia dal pubblico che dal privato e nessuno ne parla. Diventeranno dei frequentatori assidui del mondo dei concorsi. E poi tutti questi concorsi quanto costano alle tasche dei contribuenti ? non ci sono dei modi diversi di fare queste selezioni oceaniche ?

In particolare i concorsi erano per 70 posti di categoria D, per “Istruttore addetto ad attivita’ amministrativa e giuridica”; per 30 posti di categoria D, per “Istruttore addetto ad attivita’ economico-finanziarie”: per 54 posti di
categoria D, per “Istruttore addetto ad attivita’ tecniche del territorio”; per 26 posti di categoria D, per “Istruttore addetto ad attivita’ di
pianificazione e gestione ambientale e delle risorse naturali”; per 50 posti di categoria D, per “Istruttore addetto ad attivita’ in materia di agricoltura e foreste”; per 50 posti di categoria C, per “Collaboratore amministrativo – contabile”; per 50 posti di categoria C, per “Collaboratore amministrativo”



In questo articolo: