Novara: comprano droga con il reddito di cittadinanza, quattro denunciati

In seguito ad una pregressa attività volta al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti che portava all’arresto di un soggetto di 61 anni, in quanto trovato in possesso di 116 dosi preconfezionate per un totale di 81 gr. di cocaina, venivano trovate durante la perquisizione numerose carte poste pay intestate a diversi soggetti residenti a Novara.

Le successive attività di indagine permettevano di identificare 3 soggetti di 35 anni, 43 anni e 63 anni residenti a Novara, che sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

Infatti, dagli accertamenti svolti è stato appurato che i tre soggetti identificati erano intestatari delle carte ritrovate e nelle stesse carte veniva accreditato il reddito di cittadinanza di cui erano beneficiari.

Nello specifico, i suddetti, sebbene usufruissero di un sussidio volto alle persone più bisognose e disoccupate, utilizzavano il reddito percepito per acquistare la droga. Gli stessi, pur di assicurarsi la loro dose consegnavano allo spacciatore le carte prepagate col relativo codice su cui veniva accreditato il loro reddito di cittadinanza. In tal modo quest’ultimo spacciatore, in possesso delle carte prepagate e ricaricate mensilmente, poteva autonomamente attingere le somme di denaro e quindi garantirsi il pagamento delle cessioni di cocaina attraverso prelievi o altri acquisti.

Inoltre nel corso della stessa attività di indagine è stato deferito un soggetto di 47 anni per traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.



In questo articolo: