Inaugurate a Torino le Gallerie d’Italia di Intesa San Paolo in piazza San Carlo

Hanno aperto anche a Torino le Gallerie d’Italia nello storico Palazzo Turinetti di piazza San Carlo. Si tratta della quarta sede espositiva di Intesa Sanpaolo, che si aggiunge a quelle di Milano, Napoli e Vicenza.

Il nuovo museo nasce come luogo d’incontro tra passato e futuro e si apre alle persone con una grande agorà ed un imponente scalone che diventeranno anche luogo di socialità e condurranno i visitatori verso gli spazi espositivi ipogei destinati alle mostre.

La nuova sede museale è uno spazio interamente dedicato alla fotografia e alla video arte, che qui esprimono, oltre al valore estetico legato all’immagine, anche l’impegno nell’affrontare i temi del contemporaneo.

Il progetto architettonico firmato da Michele De Lucchi – AMDL Circle trasforma gli spazi di Palazzo Turinetti in un luogo unico dove fotografia e video arte documentano e conservano immagini, avvenimenti, riflessioni per promuovere i temi legati all’evoluzione della sostenibilità.

Un grande scalone, immaginato anche nella sua valenza di spazio di socialità, accompagna i visitatori verso gli spazi ipogei destinati alle esposizioni temporanee. Al primo piano sotterraneo, il progetto prevede la presenza di aule didattiche con spazi modulari caratterizzati da una grande vetrata che si affaccia sulla “Sala dei 300” (al piano -2), la storica sala dove si svolgevano le Assemblee dell’Istituto Bancario Sanpaolo-IMI prima della costruzione del grattacielo torinese, dove oggi saranno ospitate le mostre temporanee.

Il secondo piano ipogeo, dove si trova la biglietteria, è anch’esso un luogo di comunicazione e di incontro, punto di snodo del museo, da cui muoversi scegliendo i molteplici percorsi a seconda degli interessi.

Una “manica lunga”, pensata per la fotografia classica, conduce ai locali al terzo piano sotterraneo dove trova sede l’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo, visibile attraverso una grande vetrata. Un pannello touchscreen di grandi dimensioni permette di consultare le immagini digitalizzate dell’Archivio, reso così accessibile alla fruizione collettiva.

Il terzo piano ipogeo ospita inoltre uno degli elementi caratterizzanti le Gallerie torinesi. Una sala immersiva di oltre 500 mq, dotata di 17 proiettori 4K, immerge i visitatori nelle immagini e nei video.

Al piano nobile del Palazzo una selezione di dipinti, sculture, arazzi, arredi dal XIV al XVIII secolo dialoga con gli apparati decorativi tardobarocchi del palazzo – sovrapporte, boiseries, specchi – lungo la sequenza delle sale che affaccia su Piazza San Carlo.

Allo stesso piano, un ambiente dedicato ospita le nove grandi tele di proprietà della Banca realizzate nella seconda metà del Seicento per decorare l’antico Oratorio della Compagnia di San Paolo, oggi distrutto.

Al piano terra, il chiostro all’aperto delimitato da Piazza San Carlo, via XX Settembre e via Santa Teresa, accoglie una libreria, il caffè e il ristorante.