Torino: ragazza picchiata per difendere il fidanzato da insulti omofobi, la condanna dell’Arcigay

Attraverso un comunicato, l’Arcigay di Torino ha voluto manifestare la propria solidarietà per la ragazza che lo scorso 10 giugno è stata aggredita da alcuni uomini per aver difeso il suo fidanzato da insulti omofobi nel bagno della discoteca Whitemoon a Torino.

“È inaccettabile che ad oggi ancora l’omosessualità, effettiva o presunta, venga utilizzata per denigrare e ledere alla dignità della persona. Le nostre identità non sono un insulto e a chi afferma che una legge contro l’omolesbobitransafobia sia superflua indichiamo tristi episodi come questo. Viviamo in una società in cui gli insulti omofobi sono all’ordine del giorno. Si tratta di una tipologia specifica di violenza che ha la stessa matrice della violenza fisica e spesso l’una porta all’altra, come è purtroppo successo durante la serata di venerdì.” dichiara Serena Graneri, Presidente di Arcigay Torino. “Anche per questo scenderemo nelle strade questo sabato 18 gennaio durante il Torino Pride 2022 – Queer e ora. Per ribadire che la violenza omolesbotransbiafobica deve finire.” Conclude Graneri.



In questo articolo: