Biella, il sindaco Corradino assolto dall’accusa di abuso d’ufficio

È stato assolto stamattina, mercoledì 22 giugno, al Tribunale di Biella il sindaco Claudio Corradino dall’accusa di abuso d’ufficio. Secondo il pm Sarah Cacciaguerra, che aveva chiesto otto mesi di reclusione, Corradino avrebbe favorito un’amica, Laura Leoncini, inserendola nel Cda della Cordar, società municipalizzata che gestisce l’acqua pubblica nel biellese. L’assoluzione con formula piena è arrivato con gran sollievo del sindaco che altrimenti sarebbe stato tolto dal suo incarico secondo la legge Severino.

“Naturalmente sono contento – commenta dopo la sentenza il sindaco Claudio Corradino – . Sapevo che il mio comportamento era stato corretto, ma in un aula di tribunale tutto può accadere, invece è andata come mi auguravo e ora penso a Biella, avanti tutta con tanti progetti”.