Inaugurato il Teen Lab di Pinerolo, laboratorio per adolescenti contro la dispersione scolastica

I dati Eurostat di marzo 2022 registrano in Italia un aumento dei NEET particolarmente significativo. L’Italia ha il primo posto in Europa con il 23,3% dei giovani italiani tra i 15 ed i 29 anni che non lavora, non studia e non segue percorsi formativi.

In questo quadro generale s’inserisce il “Teen Lab – Laboratorio Adolescenti”, progetto mirato a ridurre la dispersione scolastica e a favorire l’inserimento occupazionale e il re-inserimento sociale dei giovani in difficoltà, che non fanno più parte del sistema formativo e che non sono in condizione di entrare in modo stabile nel mondo del lavoro. “Teen Lab” è un progetto finanziato dal programma di cooperazione territoriale europea Interreg V-A Italia-Francia ALCOTRA e sviluppato da un partenariato transfrontaliero formato da Comune di Pinerolo e Ville de Chambery che vede il Consorzio Intercomunale Servizi Sociali (C.I.S.S.) come soggetto attuatore sul territorio. Le rispettive reti territoriali delle città partner sono coinvolte in un percorso di scambio di esperienze e di condivisione delle conoscenze, per ridurre i casi di marginalizzazione e per integrare efficacemente i giovani nella comunità locale.

Lo spazio TEEN LAB di Pinerolo inaugurato il 30 giugno presso lo Stadio Olimpico del Ghiaccio (Viale Grande Torino n. 2) è un luogo di incontro inclusivo sul modello FabLab, un’officina di fabbricazione digitale dove saranno formati, in questa prima fase del progetto, 60 giovani a rischio e in dispersione scolastica. Lo spazio è dotato di una serie di macchinari a controllo numerico, stampanti 3D, tagli laser, plotter da taglio, fresatrice a controllo numerico e 13 personal computer: attraverso l’accompagnamento e la formazione messa in atto da una figura specializzata, il Fab Manager, i giovani avranno l’occasione di utilizzare i macchinari, apprenderne il funzionamento e acquisire le competenze richieste dalle imprese del territorio e necessarie per entrare e rimanere nel mercato del lavoro locale.

Come sottolinea Luca Salvai, Sindaco di Pinerolo: “Le politiche del lavoro, anche quando si parla di giovani, per essere efficaci devono essere legate alle politiche sociali: solo in quest’ottica diventano un investimento per il futuro e per il benessere di tutti. L’idea vincente del Teen Lab è quella di attivare con i giovani un percorso di avvicinamento al lavoro attraverso attività laboratoriali, sperimentando azioni concrete e facendo emergere i loro talenti: quei talenti che magari non sanno di avere, ma che possono scoprire in un percorso guidato dai nostri formatori”.

Per Thierry Repentin, Sindaco di Chambéry: “L’abbandono scolastico può essere contrastato. Ci sono tantissimi talenti nei giovani, che hanno la possibilità di essere espressi al di fuori dei percorsi scolastici classici. Il fulcro del progetto Teen Lab, condotto con Pinerolo, sta nel cercare la “pepita” che ciascuno dei giovani nasconde, adattando questo programma particolare alla loro personalità”.

Il progetto “Teen Lab – Laboratorio Adolescenti” è finanziato dal programma di cooperazione territoriale europea Interreg V-A Italia-Francia ALCOTRA – Asse 4 «Inclusione sociale e cittadinanza europea» – Obiettivo specifico 4.2. e si concentra sulle seguenti attività:

· organizzazione e gestione di percorsi di formazione destinati ai NEET, giovani che non studiano né lavorano

· sviluppo di iniziative di formazione congiunta dei soggetti professionali che operano nelle rete territoriale che si occupa di formazione e di politiche del lavoro

· allestimento di uno spazio TEEN LAB inclusivo, nel quale saranno svolte le attività laboratoriali. Un luogo neutro nel quale incontrarsi, confrontarsi e acquisire nuove competenze.

Il progetto del Comune di Pinerolo è stato realizzato con un budget di € 444.954,00, totalmente coperto da fondi FESR e fondi dello Stato CPN.

La selezione dei giovani che partecipano alle attività laboratoriali del “Teen Lab” è stata realizzata in collaborazione e sinergia con il sistema regionale di orientamento, Obiettivo Orientamento Piemonte (OOP) che mette a disposizione di studenti, famiglie, insegnanti, operatori e in generale di tutti i cittadini, informazioni, strumenti e risorse per orientarsi rispetto a percorsi scolastici/formativi, tendenze del mercato del lavoro, opportunità per lo sviluppo di competenze, supportando i ragazzi a scegliere consapevolmente i percorsi più adatti a loro stessi nei vari cicli di studio e nelle prime fasi della vita professionale.

Per la realizzazione delle attività progettuali la città di Pinerolo e il Consorzio Intercomunale Servizi Sociali (C.I.S.S.) si avvalgono della collaborazione di alcuni soggetti pubblici e privati:

– la Re.Te. Pin del pinerolese e in particolare le scuole secondarie di secondo grado e le Agenzie Formative del territorio con le quali è stato sottoscritto un Protocollo di Intesa;

– Centro per l’Impiego di Pinerolo;

– ENGIM Piemonte sede di Pinerolo, per l’attività formativa/laboratoriale;

– C.F.I.Q. per l’attività formativa/laboratoriale;

– CIOFS-FP Piemonte per l’attività formativa/laboratoriale;

– Carabattola s.c.s. società cooperativa sociale per l’attività educativa;

– LIBRO APERTO S.n.c. di Caizzo Emilia e Caizzo Marilena per la formazione e la supervisione;

– LAB.IN.S Società Cooperativa Impresa Sociale per il monitoraggio e la valutazione;

– FABMANAGER Impresa Individuale Marco Cassino;

– BLANK SPACES srl Web Agency – Software House per l’attività di comunicazione;

– CHINTANA srl., per la gestione amministrativa.



In questo articolo: