Collegno, padre e figlio muoiono a distanza di poche ore

La città di Collegno piange Carlo Bologna e suo figlio Alessio, morti domenica pomeriggio a distanza di poche ore. I due,  Carlo 74enne e Alessio, 39enne, vivevano in corso Francia, a Collegno.

Carlo, morto per primo, era in pensione: fratello di un consigliere comunale di Susa, era stato responsabile del quartiere Regina Margherita;  il figlio Alessio invece,  dipendente di Gtt, era in coma per  un aneurisma cerebrale.

Solidarietà anche da parte dell’amministrazione Comunale di Susa che “porge al Consigliere Comunale Ing. Francesco Bologna e ai suoi cari le più sentite condoglianze per la perdita del fratello Carlo e del nipote Alessio”.

Il rosario sarà celebrato domani mercoledì alle ore 19.00, i funerali giovedì alle ore 9.30 nella Parrocchia di San Massimo a Collegno: i due  saranno seppelliti insieme.

Dice il sindaco di Collegno, Francesco Casciano: “La Città di Collegno  esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Carlo e Alessio Bologna. Tutta la comunità si stringe intorno alla famiglia. Carlo ha rappresentato un modello di cittadino impegnato, ispirato dalla partecipazione alla vita collettiva dello scoutismo con l’impegno nel Masci. È stato un promotore e grande animatore della Croce di Collegno, sempre presente agli appuntamenti della città e attento analista della realtà contemporanea. Molto attivo anche nell’azione civica, acuto osservatore e sempre disponibile al fare oltre che al dire, per molti anni ha seguito con grande responsabilità e spirito collaborativo il comitato di quartiere di Regina Margherita e Santa Maria”.



In questo articolo: