Meteo, perdura il caldo afoso in Piemonte: 40 gradi sempre più vicini

Non sembra arrestarsi il caldo afoso determinato dell’anticiclone africano che si sta abbattendo in Piemonte  come molte altre regioni europee.

La Smi (Società Meteorologica Italiana), che oggi ha registrato a Moncalieri  una massima di 38.5, quasi un grado e mezzo in più rispetto a ieri, spiega che “l’influenza dell’alta pressione africana resterà  prevalente, malgrado infiltrazioni di aria umida atlantica potranno favorire anche sabato qualche focolaio temporalesco”.

Registrata la notte scorsa una minima di 25.8 gradi. Non solo: sulle colline del Gavi e del Tortonese, in provincia di Alessandria, 37 gradi, misurati dalla rete di Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale),; pochi decimi in meno nel centro di Torino, ad Acqui Teme (Alessandria) e Asti (36.7).   Ai 4.554 metri della Capanna Margherita la massima è arrivata a +3,9 gradi, ieri la minima non era scesa sotto -0,4.

PROBABILE EVOLUZIONE A MEDIO TERMINE

Spiega Smi che “nel corso della prossima settimana l’alta pressione africana sarà scalfita maggiormente da correnti occidentali atlantiche che potranno favorire la formazione di temporali in montagna, ma a tratti anche in pianura tra il 26 e il 29 luglio. A inizio settimana ancora caldo intenso e massime fino a 36-39 gradi. Da mercoledì 27 luglio una maggiore instabilità temporalesca conterrà il caldo di qualche grado portando temporanei refrigeri nelle zone temporalesche, con massime tra 32 e 35 gradi. Probabile nuovo aumento delle temperature a inizio agosto”.

 

 

 



In questo articolo: