Grugliasco, abbandona rifiuti nella bealera, preso grazie alle telecamere

Ci sono voluti due mesi, ma alla fine gli agenti della Polizia locale di Grugliasco, guidati dal comandate Massimo Penz, sono riusciti a “incastrare” M.L. il lavoratore autonomo che ha abbandonato e versato nella bealera di corso King, al confine con Rivoli, rifiuti e macerie edili, oltre a plastiche e cavi elettrici, intasando il deflusso dell’acqua, soprattutto in un periodo di siccità come quello che stiamo vivendo in questi mesi.

L’indagine è partita dalla segnalazione di un cittadino che ha avvertito le autorità competenti che immediatamente hanno fatto partire l’inchiesta.

Gli agenti si sono messi subito sulle tracce del trasgressore avendo in possesso esclusivamente alcune foto dell’auto, ma l’operazione è risultata difficile perché privi di targa per identificare il veicolo, solo una foto, nemmeno in alta definizione della stessa.

Due mesi impegnativi per il comando di Polizia Locale. Dopo aver intensificato il monitoraggio su tutte le telecamere poste ai varchi di ingresso e uscita in città, gli agenti, con l’ausilio delle immagini, sono risaliti all’identità del trasgressore che ha abbandonato i rifiuti.

Dopo essere stato convocato in Comando e alcuni tentennamenti iniziali, il trasgressore ha ammesso la responsabilità dell’accaduto e gli è stata contestata ai sensi del d. lgs 152/06 la violazione amministrativa con una sanzione pari a 600 euro.



In questo articolo: