A Torino in partenza il nuovo Master in Green & Sustainability Manager

Nasce a Torino, da una collaborazione tra Università degli Studi di Torino – Dipartimento di Management, Confcooperative Piemonte e il COREP (Consorzio per la Ricerca e l’Educazione Permanente), il Master in Green & Sustainability Manager, pensato per formare i manager del futuro.

Tra le nuove figure professionali maggiormente richieste, infatti, vi è il Green & Sustainability Manager, in grado di favorire la transizione sostenibile delle imprese grazie a una formazione specialistica e competenze trasversali, che spaziano dalla sostenibilità agli strumenti finanziari, dalla legislazione in materia al design thinking.

Secondo il rapporto “Previsioni e fabbisogni occupazionali e professionali in Italia a medio termine (2022-2026)” redatto da Anpal e Unioncamere, infatti, nei prossimi 5 anni il 60% dei lavoratori dovrà possedere un livello medio-alto di competenze specifiche “green” mentre nel 2021 le entrate di Green Jobs programmate dalle imprese hanno costituito il 34,5% del totale dei contratti previsti nell’anno (Unioncamere-ANPAL, “Le competenze green. Analisi della domanda di competenze legate alla Green economy nelle imprese”, 2021).

Il percorso di studi, proposto in modalità di apprendistato di alta formazione, è un Master di I livello della durata di due anni con assunzione effettuata dall’azienda fin dall’inizio ed è rivolto a giovani laureati con età inferiore ai 30 anni al momento dell’assunzione.

Tino Cornaglia, Presidente di Confcooperative Piemonte ha dichiarato: “Siamo particolarmente orgogliosi di essere tra i promotori di un Master a così alto impatto sociale e ambientale. Confcooperative Piemonte è da sempre attenta alle emergenti necessità della comunità e, grazie a questa fruttuosa collaborazione con il Dipartimento di Management dell’Università degli Studi di Torino e il COREP, abbiamo potuto portare il nostro contributo anche nel piano didattico, strutturato in modo tale da far emergere non solo la dimensione della sostenibilità ambientale ma anche quella della sostenibilità sociale, con l’importante ruolo della cooperazione”.

Piercarlo Rossi, docente del Dipartimento di Management dell’Università degli Studi di Torino e proponente del Master, ha sottolineato: “Quando abbiamo coprogettato il master con Confcooperative Piemonte ci siamo resi conto della assoluta necessità delle aziende di poter contare su manager a tutto tondo, in grado di gestire le tecnologie della transizione ecologica, di ottenere incentivi e contributi a fondo perduto per il cambiamento e di attrarre e consolidare i clienti in un’ottica ESG compliant e di economia circolare. A fronte della crisi geopolitica attuale, inoltre, tale necessità diventa impellente per migliorare l’efficienza e aumentare il risparmio in tutte le fasi di produzione, nei servizi e nel controllo di una azienda”

Irene Bongiovanni, Vicepresidente di Confcooperative Piemonte con delega alla Commissione Riconversione Green, ha dichiarato: “Con questo nuovo percorso di studi vogliamo collaborare alla formazione delle figure professionali che nei prossimi anni saranno fondamentali per il nostro territorio, accompagnando le imprese verso un nuovo modello economico, ambientale e sociale: per questo il contributo della cooperazione, un modello da sempre attento ai bisogni del territorio e delle comunità, risulterà strategico nella formazione dei futuri Green e Sustainability Manager”.



In questo articolo: