Linee guida dell’ISS per il rientro a scuola: mascherine solo per i fragili e per chi ha il raffreddore

Le linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità per il rientro a scuola a settembre parlano di mascherine Ffp2 solo per i fragili e quella chirurgica per quelli che presentano sintomi da raffreddamento, ma non hanno febbre.

Secondo il documento con le indicazioni strategiche per l’anno scolastico 2022/23, applicabili a studenti e personale scolastico dalle primarie in su, non saranno necessarie neanche misure di distanziamento, mentre è raccomandato il ricambio d’aria, la sanificazione ordinaria e straordinaria ed è necessaria la figura del referente COVID come negli anni precedenti.

Tutto ciò si realizzerà se a settembre non ci sarà un ulteriore ondata di contagi da COVID-19, che nel caso obbligherà ad adottare misure più stringenti come durante l’anno scolastico precedente: uso di mascherine chirurgiche o Ffp2 per gli studenti, mascherine Ffp2 per il personale scolastico, distanziamento di un metro, turni a mensa, sospensione delle gite, misure per evitare affollamenti negli spazi comuni, intervallo in classe.

Per coloro che manifestano sintomi compatibili al COVID-19, quali sintomi respiratori acuti come tosse e raffreddore con difficoltà respiratoria, vomito, diarrea, perdita di gusto o olfatto, cefalea intensa, temperatura superiore a 37.5 °C, test diagnostico positivo, sarà necessaria la misura della quarantena con rientro solo in caso di tampone negativo.

Il solo raffreddore però non comporta la necessità di rimanere a casa, soprattutto se non si presenta febbre. Si potrà andare a scuola portando la mascherina chirurgica o Ffp2.



In questo articolo: