Il 4 settembre la scalata leggendaria in bici al colle dell’Agnello

Domenica 4 settembre appuntamento in valle Varaita con L’Agnel 2744, la salita non competitiva in bicicletta da Pontechianale al Colle dell’Agnello con strada chiusa al traffico dei veicoli a motore e riservata ai soli ciclisti. La partecipazione è gratuita e la partenza sarà alla francese, tra le ore 9 e le ore 11; il ritrovo è fissato presso l’ufficio turistico in B.ta Maddalena: tutti coloro che si registreranno riceveranno un talloncino commemorativo da posizionare sulla propria bicicletta. La strada sarà chiusa ai veicoli a motore dall’ex dogana in borgata Chianale.

i terrà inoltre un rinfresco con prodotti del territorio, gratuito per tutti, presso l’arrivo in quota dove si svolgerà un incontro con i cicloturisti che risaliranno l’altro versante del colle, chiuso anche dal lato francese per una data del calendario dei Cols Réservés. La pendenza massima è del 15%, per un dislivello totale di 1.115m su un tracciato di 14km (strada chiusa al traffico e possibilità di partenza in bici anche da B.ta Chianale; dislivello 900 m, tracciato 9 km). La strada sarà chiusa fino alle ore 14. È obbligatorio l’uso del casco, si consiglia di portare guanti, k-way o indumenti pesanti per la discesa. Si raccomanda di controllare lo stato di efficienza della propria bicicletta. Per chi lo desidera, è disponibile un servizio di noleggio di e-bike, con prenotazione obbligatoria presso Cicli Mattio di Piasco

Il Colle dell’Agnello rappresenta un arrivo memorabile per gli appassionati di ciclismo: con i suoi 2.744 metri di quota è il valico transfrontaliero asfaltato più alto d’Europa e le sue importanti pendenze mettono alla prova anche le gambe più allenate. Sui suoi tornanti si sono sfidati più volte anche i corridori professionisti ed è uno dei pochi colli a poter vantare di essere stato inserito sia nel Giro d’Italia, dove fu teatro di imprese da parte di Marco Pantani nel 1994 e Michele Scarponi nel 2016, sia nel Tour de France, nel 2008 e nel 2011. Oggi un monumento in legno alla sommità del colle ricorda proprio Scarponi, l’Aquila di Filottrano, tragicamente scomparso circa un anno dopo il suo exploit, che aprì la strada alla vittoria finale del suo capitano Vincenzo Nibali.

L’appuntamento con L’Agnel 2744 fa parte di Scalate leggendarie nelle Terre del Monviso: il calendario di itinerari in bicicletta verso colli e arrivi in quota resi celebri dalle imprese dei corridori professionisti durante il Giro d’Italia e il Tour de France, da percorrere con le strade chiuse al traffico dei veicoli a motore. Si tratta della sesta ed ultima giornata del ciclo, che ha visto finora la partecipazione di oltre 2.000 ciclisti distribuiti nelle varie date, da sabato 18 giugno al colle Fauniera alla tre giorni di scalate consecutive a colle dell’Agnello, colle Fauniera e Pian del Re da lunedì 4 a mercoledì 6 luglio, fino alla scalata al Pian del Re di sabato 16 luglio.



In questo articolo: