Un uomo di 54 anni è annegato nel Lago Maggiore, è il secondo caso in pochi giorni

Nuovo tragico annegamento, nel pomeriggio di ieri, sul versante Locarnese del Verbano, in territorio elvetico poco oltre il confine con l’Italia, la vittima è un 54enne svizzero.

Il cittadino svizzero, residente in un cantone interno della Svizzera, nonostante il cattivo tempo aveva deciso di concedersi una nuotata nelle acque del lago. Da qui è stata successivamente segalata la sua scomparsa, l’uomo non ha più fatto ritorno.

Le ricerche da parte degli agenti della Polizia cantonale – rese difficoltose dalle condizioni meteorologiche avverse e dalla scarsa visibilità sott’acqua – sono subito scattate concentrandosi gradualmente in un’area a una trentina di metri dalla riva.

Il corpo privo di vita dell’uomo è stato infine rinvenuto poco dopo le 20 di ieri sera a una profondità di circa tre metri. Questo è il secondo annegamento  in pochi giorni che avviene sulla costa svizzera del Verbano. Venerdì aveva perso la vita un 83enne il cui corpo non è ancora stato individuato e recuperato.



In questo articolo: