In Piemonte arrivano le prime 60 dosi di vaccino contro il vaiolo delle scimmie

Anche in Piemonte arriva il vaccino contro il vaiolo delle scimmie. all’ospedale Amedeo di Savoia di Torino, centro di riferimento regionale per il trattamento delle malattie infettive, sono state stoccate le prime 60 dosi. Questa la comunicazione arrivata alle Asl piemontesi riportata da La Stampa: «Considerato l’esiguo numero di dosi inizialmente disponibili – si legge nella nota -, le vaccinazioni saranno prioritariamente destinate ai seguenti soggetti». Operatori di analisi che entrano in diretto contatto con il virus e i soggetti a rischio,

Vaiolo delle scimmie, in Piemonte arrivano le prime dosi di vaccino: per ora 60 in tutto, non si può dire che ci sia da scialare, stoccate presso l’ospedale Amedeo di Savoia di Torino, centro di riferimento regionale per il trattamento delle malattie infettive.

La comunicazione alle Asl è arrivata pochi giorni fa. «Considerato l’esiguo numero di dosi inizialmente disponibili – si legge nella nota -, le vaccinazioni saranno prioritariamente destinate ai seguenti soggetti». L’elenco comprende operatori dei laboratori di analisi esposti più direttamente al virus e soggetti a rischio, come da circolare ministeriale: «Potranno manifestare il loro interesse alla vaccinazione ai centri a cui fanno riferimento gli ambulatori profilassi pre-esposizione e i centri infezioni sessualmente trasmesse. Il vaccino sarà gestito direttamente dalla direzione generale della prevenzione e distribuito alle Regioni tramite il ministero della Salute».



In questo articolo: