Dopo due giorni due alpinisti sono stati salvati sul Cervino, ma dovranno pagare il soccorso

Ritenuti sani e illesi i due alpinisti della Repubblica Ceca dal medico che li ha visitati dopo il trasporto a valle, dovranno pagare il soccorso chiamato impropriamente.

L’allarme era stato dato martedì mattina, in seguito alla richiesta di aiuto di due alpinisti, rimasti bloccati per la nevicata, iniziata da lunedì, a quota 3.830 metri sul Cervino. L’elicottero del soccorso alpino valdostano per il forte vento non è riuscito a sorvolare la zona e ha aspettato per 48 ore che il meteo migliorasse, per raggiungere i due. Nel frattempo via telefono era stato indicato loro di cercare rifugio alla Capanna Carrel.

I due, dopo la visita medica che non ha riscontrato né ferite né condizioni mediche particolari, sono stati identificati dal Soccorso alpino della Guardia di finanza di Cervinia per il pagamento del salvataggio di illesi.



In questo articolo: