Seguici su

Torino

Nasce a Torino il primo Gruppo di Autoconsumo Collettivo in Italia su nuova costruzione

Avatar

Pubblicato

il

Si trova a Torino, in via Bardonecchia, il primo Gruppo di Autoconsumo Collettivo in Italia su un edificio di nuova costruzione. A realizzarlo LL Italia, azienda da sempre attenta ai temi del risparmio energetico nella progettazione e costruzione degli edifici.

Nel nostro Paese, l’ente statale GSE (Gestore Servizi Energetici) ha autorizzato circa 40 Comunità Energetiche e Gruppi di autoconsumo collettivo. Oggi con il progetto di LL Italia, si avvia una nuova esperienza: i Gruppi di Autoconsumo Collettivo su edifici di nuova costruzione tra i più grandi d’Italia. In altre parole, l’edificio realizzato a Torino da LL Italia è da considerarsi il punto di riferimento non solo di un nuovo modo di pensare la costruzione degli immobili ma anche le relazioni tra i condomini.

Con il termine Gruppo di Autoconsumo Collettivo (AUC), infatti, ci si riferisce a una particolare categoria delle Comunità Energetiche, costituita da autoconsumatori che condividono l’energia rinnovabile prodotta dai pannelli fotovoltaici all’interno dello stesso
edificio condominiale. Una risposta concreta, efficace, ecologica e sostenibile ai temi energetici. Da sempre fondamentali per LL Italia e che oggi sono al centro della stretta attualità, in tutta la loro delicatezza.

“Oltre 700 pannelli fotovoltaici installati a servizio del condominio- spiega l’Ing. Maurizio Lando, CEO del Gruppo LL Italia – rendono il nostro immobile a consumo zero. Grazie all’attuazione della direttiva europea sulle comunità energetiche abbiamo potuto dare un valore aggiunto al progetto: la condivisione di energia tra condòmini. Diventare Gruppo di Autoconsumo significa migliorare la fruizione di energia rinnovabile, con vantaggi non solo economici ma anche per l’ambiente.

Il condominio di via Bardonecchia è formato da 21 alloggi, già abitati da altrettante famiglie che, da oggi, diventano una vera e propria comunità che produce e condivide energia. Presto si allargherà fino a 85 alloggi e oltre 100 box in ognuno dei quali sarà possibile ricaricare le auto elettriche. Per noi – prosegue l’ing. Lando – è un motivo di grande orgoglio essere i primi in Italia ad avviare questo nuovo modo di progettare e costruire immobili.

È vero che esistono già Gruppi di Autoconsumo ma su immobili preesistenti e di dimensione più contenuta. Inoltre, a differenze dei nostri competitor, i nostri edifici sono a emissioni zero e con la possibilità di poter ricaricare l’auto elettrica in ogni box auto. LL Italia ha voluto fare
un deciso passo in avanti: immaginare le case del futuro e nel farlo ha guardato alla sostenibilità energetica e alla costruzione di una comunità responsabile e attenta all’ambiente utilizzando la migliore tecnologia presente sul mercato”.

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv

Dalla home

adv

Facebook

adv