Telefonate e squilli per organizzare le consegne di droga, 6 arresti a Chieri

Organizzavano le consegne di droga per telefono. Poi, con squilli telefonici, lo spacciatore confermava l’appuntamento. Questo il sistema utilizzato da un gruppo di spacciatori arrestati dai carabinieri di Chieri, in provincia di Torino.

Sei persone sono state arrestate per detenzione e spaccio di stupefacenti. Cinque degli indagati sono finiti in carcere e uno ai domiciliari.

Secondo le indagini degli inquirenti il gruppo di spacciatori deteneva il monopolio della piazza chierese, ma che aveva intenzione di allargarsi anche nel capoluogo.

Almeno una trentina di acquirenti sono stati identificati. I militari dell’Arma durante le indagini, coordinate dalla Procura subalpina, hanno sequestrato 6,5 chili di droga, tra cocaina, hashish e marijuana.



In questo articolo: