Seguici su

Cronaca

Vercelli: finisce con l’automobile in un canale, salvata una donna

La donna è stata affidata al personale sanitario del 118 e trasportata all’ospedale di Vercelli

Avatar

Pubblicato

il

Vercelli – Nella notte tra mercoledì e giovedì, durante un ordinario servizio di controllo del territorio nella zona di corso Torino, gli operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Vercelli hanno notato un cartello pubblicitario semi-divelto, dei detriti ed una staccionata di delimitazione di un canale d’acqua artificiale abbattuta.

Capendo immediatamente la situazione gli agenti hanno effettuato un sopralluogo della zona e hanno notato un’autovettura capovolta sulle sponde del canale dalla quale provenivano i lamenti di una donna che, con tono straziante, chiedeva aiuto.

Provvidenziale e decisiva l’attività dei poliziotti che, dopo aver preso contezza della drammatica situazione, tramite la locale Sala Operativa hanno richiesto l’intervento di personale sanitario al fine di verificare le condizioni di salute della conducente, nonché l’ausilio di un secondo equipaggio della Squadra Volante.

Quest’ultimo, unitamente al personale della Polizia di Stato già presente in loco, è sceso lungo l’argine del canale per tentare di trarre in salvo la signora. Stante la criticità della situazione, gli agenti, mediante l’uso di una corda, hanno ancorato il veicolo incidentato alla volante e infranto il finestrino posteriore sinistro per cercare di estrarre la donna dall’abitacolo.

Durante tali fasi concitate, sul luogo dell’incidente anche i carabinieri e una squadra dei locali vigili del fuoco che hanno fornito supporto agli Operatori dell’U.P.G.S.P. intervenuti, traendo in salvo la donna.

Quest’ultima, successivamente, è stata affidata al personale sanitario del 118 e trasportata all’ospedale di Vercelli per le cure del caso.

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *